Emilia Romagna Camping
Emilia Romagna Camping Emilia Romagna Camping Emilia Romagna Camping Genial s.r.l.  
Emilia Romagna Camping
Emilia Romagna Camping
Home
HOME EMILIA ROMAGNA ITINERARI GASTRONOMIA CAMPEGGI TERRITORIO EVENTI ARRIVARE
CARTINA E STRADARIO
cartinaregione
dettagli >>
MENU'
Elenco strutture ricerrive CAMPEGGI
Itinerari da scoprire ITINERARI
Photo gallery PHOTO GALLERY
Le Due Torri LE DUE TORRI
Basilica di San Petronio SAN PETRONIO
Castello Estense CASTELLO ESTENSE
PROVINCE
BOLOGNA BOLOGNA
FERRARA FERRARA
FORLI' CESENA FORLI'-CESENA
MODENA MODENA
PARMA PARMA
PIACENZA PIACENZA
RAVENNA RAVENNA
REGGIO EMILIA REGGIO EMILIA
RIMINI RIMINI
TERRA EMILIANA
Paragonabile a un vasto triangolo compreso tra Appennini, Po e mare Adriatico, l’Emilia-Romagna ha una struttura morfologica piuttosto semplice. Tratto caratteristico della morfologia regionale è il trapasso da una zona altimetrica all’altra, che raramente assume aspri contrasti: il paesaggio ha quasi ovunque forme morbide e dolci.
Il 48% del territorio è occupato da una vasta sezione della Pianura Padana; la restante superficie comprende, in parti quasi eguali, una fascia montuosa e una collinare. All’estremità occidentale la regione include un breve settore dell’Appennino ligure, incuneato, con alcuni massicci che superano i 1.700 metri di quota (monti Lesima, Penna, Maggiorasca), tra Lombardia, Piemonte e Liguria; esso termina per convenzione al passo della Cisa (1.041 m), attivissima via di comunicazione percorsa dalla strada e dall’autostrada Parma-La Spezia. Appartiene invece alla regione quasi tutto il versante settentrionale dell’Appennino tosco-emiliano. valperino cattolica
Questa sezione appenninica non presenta una linea continua di crinale, ma è costituita da tronconi di varie catene, ciascuna delle quali per breve tratto forma lo spartiacque tra i fiumi che scendono all’Adriatico e quelli che sfociano nel mar Tirreno, separate da valli poco profonde, secondo la cosiddetta disposizione “a quinte”. Ha cime non aspre e che solo in alcuni casi superano i 2.000 metri; la massima elevazione è rappresentata dal monte Cimone (2.165 m). Sono caratteristiche di questo tratto dell’Appennino le molte dorsali che si diramano dalla principale linea di cresta, determinando una tipica morfologia a pettine; alle dorsali montuose fa seguito una fascia di modeste alture collinari (Subappennino).
Le forme del rilievo sono determinate soprattutto dalla natura delle rocce, che alternano formazioni tenere e quindi facilmente soggette all’erosione ad altre molto compatte e resistenti; vi è comunque una diffusa presenza di terreni argillosi friabili, che costituiscono il fattore determinante la morbidezza delle forme, ma che sono facile preda dell’attività erosiva, soprattutto da parte delle acque di scorrimento. Si formano in questo modo i cosiddetti calanchi, piccoli solchi fittamente e minutamente ramificati e soggetti a erosione accelerata. Frequenti sono perciò le frane, sia nell’Appennino sia nel Subappennino.
I valichi transappenninici annoverano, oltre al citato passo della Cisa, tra Emilia, Toscana e Liguria, quelli non meno importanti che raccordano la regione con la Toscana, tra cui i passi della Porretta (932 m), percorso appunto dalla Porrettana, cioè la rotabile Bologna-Pistoia, quello dell’Abetone (1.388 m) e quello della Futa (903 m), percorso dalla statale Bologna-Firenze. La pianura, che procedendo da ovest verso est si allarga progressivamente, digrada dolcemente verso l’Adriatico, senza presentare quella discriminazione, piuttosto netta sul lato alpino della Pianura Padana, tra alta pianura, ciottolosa e piuttosto arida, e bassa pianura, ben irrigata e assai fertile.
La pianura emiliano-romagnola, formata dai depositi lasciati dai molteplici fiumi che scendono dall’Appennino, è infatti quasi ovunque fertile, eccettuata la sezione settentrionale della fascia costiera, dove i terreni sono salmastri e paludosi. Il litorale adriatico, tipicamente basso e non adatto ai porti, presenta due zone ben diverse. A nord, tra il tratto emiliano del delta del Po (in provincia di Ferrara) e la foce del fiume Reno, si susseguono una serie di aree depresse, con lagune, isolotti fangosi e terreni paludosi: è una zona instabile, soggetta alternativamente alle alluvioni fluviali e alle ingressioni del mare.
La più vasta depressione corrisponde alle cosiddette Valli di Comacchio (il nome “valle” deriva dall’argine, vallum in latino, eretto a difesa dei terreni); già all’inizio del XX secolo si estendeva per circa 500 km², quasi un quinto del territorio della provincia di Ferrara, ma è stata poi quasi interamente prosciugata e bonificata per renderla adatta all’agricoltura, ormai fiorente. Dalla foce del Reno sino al confine con le Marche il litorale è uniforme e sabbioso; la pianura retrostante ha terreni compatti e fertili. Il Reno (211 km di lunghezza, 4.626 km² di bacino idrografico) è il più lungo fiume dell’Emilia-Romagna, nonché l’unico rilevante corso d’acqua che non sia un affluente del Po; ha le sue sorgenti nel monte Cimone e sfocia nell’Adriatico subito a sud delle Valli di Comacchio. Il Po, che segna il confine con la Lombardia eccetto che in corrispondenza della provincia di Mantova (Oltrepò Mantovano), riceve tutti i corsi d’acqua emiliani a nord del Reno. I principali sono il Taro (125 km), che nasce dal monte Penna, nell’Appennino ligure, il Secchia (172 km) e il Panaro (148 km), che nascono entrambi nell’Appennino tosco-emiliano. Caratteristica comune a tutti i corsi d’acqua della regione, alimentati solo dalle precipitazioni, è il regime molto incostante, con piene primaverili e autunnali, e magre estive.

"Emilia-Romagna" Microsoft ® Encarta ® Enciclopedia Online 2007 http://it.encarta.msn.com © 1997-2007 Microsoft Corporation.
Tutti i diritti riservati.
© 1993-2007 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.

camping.it
camping-italy.net
campeggiando.it
campeggi-villaggi.it
adv.camping.it
Italiacampeggi.com

 
Guida ai campeggi e villaggi turistici d'Italia - Camping.it
 
Campeggi e Villaggi Turistici in Italia.
 
Promozione turistica campeggi e villaggi turistici.

 
Emilia Romagna Camping
Emilia Romagna Camping
   
Emilia Romagna Camping
Villaggi e campeggi in Emilia Romagna developed by GeniaL S.r.l.
Copyright (1996-2017)
Genial s.r.l. Via Roma 318 - 64014 Martinsicuro (Te) - P.I. 00980800676
Valid XHTML 1.0 Transitional